I militari statunitensi pagano e si addestrano per imparare

"la medicina senza sangue"

dal 7 FEBBRAIO 2010

Un articolo del Digital Journal 07.02.2010 con  video link

Il Dipartimento della Difesa  degli Stati Uniti ha dato un contributo di 4,7 milioni di dollari a un ospedale di  Englewood nel New Jersey, per addestrare i professionisti della medicina militare nella medicina senza sangue. 


Rep. Steve Rothman e funzionari dell'ospedale e del centro medico di Englewood nel New Jersey hanno recentemente annunciato un finanziamento di 4,7 milioni di dollari dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti per formare professionisti medici militari in medicina senza sangue. Dal 1994, l'Istituto per la gestione del sangue del paziente e la medicina e la chirurgia senza sangue presso l' Englewood Hospital and Medical Center si è affermato come leader riconosciuto a livello mondiale nella gestione del sangue dei pazienti.

Al 2010 più di 50.000 pazienti provenienti dagli Stati Uniti e dall'estero hanno ricevuto cure mediche e sono stati sottoposti a procedure altamente complesse come interventi chirurgici al cervello, a cuore aperto, ortopedici e gastrointestinali senza trasfusioni di sangue in ospedale.
L'ospedale ha formato più di 100 medici nelle procedure. 
La dottoressa Aryeh Shander, direttore medico esecutivo dell'istituto, ha dichiarato a NorthJersey.com: "La medicina senza sangue fa appello a molti medici perché comporta un basso rischio di infezione post-operatoria rispetto alle procedure che richiedono trasfusioni. Può anche essere utile durante i periodi di guerra o disastri naturali quando le scorte di sangue sono basse o non disponibili ".
Douglas A. Duchak, Presidente e CEO del Medical Center ha dichiarato con orgoglio: "Ricevere questo finanziamento è un onore per l'Englewood Hospital e una conferma del nostro status di leader mondiale nella pratica della medicina e della chirurgia senza sangue. Per un ospedale comunitario ricevere questo riconoscimento è un risultato straordinario ".
articolo originale: http://www.digitaljournal.com/article/287219#ixzz6iatDFLxW