Prepariamoci alla prossima Pandemia rafforzando il nostro Meraviglioso Sistema Immunitario

www.egm.it No Profit in collaborazione con www.biodiritti.org   
Pubblicato 11 maggio 2020
Nota della Redazione: Le informazioni sono tratte da fonti Bibliografiche Ufficiali indicate tramite Link di colore e/o sottolineato.
Dichiarazione: non esistono conflitti di interesse negli autori o nella Redazione. Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. 


Sistema Immunitario ed Epidemie. Fattori Immunodepressivi da Stress, inadeguato riposo, alimentazione inappropriata, sedentarietà. Rafforzare le difese immunitarie e l'equilibrio emotivo con stili di vita appropriati, Speranza, Fede e Spiritualità.

06052010 Tedros Adhanom Ghebreyesusjpg

Tedros Adhanom Ghebreyesus, il 06.05.2020 direttore generale dell'Oms, (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dichiarato:"L'emergenza coronavirus 'passerà, ma mentre lavoriamo per rispondere a questa pandemia dobbiamo lavorare di più per prepararci alla prossima'. 
Come prepararci ad affrontare nuove epidemie e Virus? In primo luogo dobbiamo accettare la realtà di un mondo cambiato e dobbiamo conviverci in un modo diverso. Lavorando sul nostro equilibrio fisico, emotivo e coltivando speranza e gioia. La Pandemia Covid-19 ci ha fatto riscoprire la solidarietà di persone che hanno messo la propria vita a rischio per il bene della collettività. Medici e personale sanitario hanno lavorato e ci hanno sostenuto con sistemi di protezione individuale spesso inadeguati pur con informazioni scientifiche spesso contraddittorie. Una notevole percentuale si sono ammalati e hanno perso la vita nell'adempimento del loro dovere. Decreti e aiuti economici si sono rivelati tardivi, inadeguati o insufficienti, minati da divisioni Politiche e contraddizioni di Comitati Tecnico Scientifici che brancolavano nel buio per una Pandemia del tutto anomala e sconosciuta. 

La Crisi Sanitaria Globale Covid-19 alla data del 11.05.2020 ha colpito 4.006. 257 di persone nel mondo con 278.892 decessi di cui in Italia 219.070 ammalati e 30.560 decessi. Non sono solo freddi numeri ma ognuno rappresenta famiglie coinvolte con figli, nipoti, mogli, mariti, padri, madri, nonni. Spesso isolati in ospedali a cui veniva affidata l'ultima carezza a personale ospedaliero con volti coperti e irriconoscibili, stressati e terrorizzati.   

(COVID-19 AGGIORNAMENTO MONDIALE OMS)  /  (COVID-19 AGGIORNAMENTO MONDIALE MINISTERO DELLA SALUTE )

COSA ABBIAMO IMPARATO DURANTE IL DISTANZIAMENTO SOCIALE? 

coronavirus_mani_lavaggiojpg

Abbiamo imparato a lavarci le mani,  ad usare i video messaggi per scuola, lavoro, amicizie e riunioni anche religiose, apprezzando ancora di più la bellezza e insostituibilità dei rapporti personali. Abbiamo toccato con mano come tutte le nostre certezze e sicurezze possono sgretolarsi da un giorno all'altro. Abbiamo riscoperto l'importanza del tempo dedicato alle cose di vero valore che producono serenità, equilibrio emotivo e pace. La bellezza del sorriso di chi ti vuol bene, la carezza di chi ti ama, il rapportarsi con una frase gentile. Il dono della famiglia, delle amicizie, dei rapporti sociali, degli affetti, della fede. La forza di una parola dolce mentre sei terrorizzato. La serenità che ti trasmette un medico di cui ti fidi. Tutto questo sta facendo riflettere molte persone sulla scala dei veri Valori e  delle priorità da dare nella vita da ora in poi. 

Sorriso Coppiajpg

C'è stato il tempo per riflettere  e dare uno sguardo al mondo sempre più interconnesso da cui arrivano in pochi giorni malattie da migliaia di chilometri di distanza. (OMS dieci minacce alla salute globale). 


4 FOTO UNO SGUARDO AL MONDOjpg
POVERTÀ (Fonte FAO) Più di 1,6 miliardi di persone (il 22% della popolazione mondiale) vivono in luoghi in cui per le crisi come siccità, carestia, conflitti, sfollamento della popolazione non hanno accesso alle cure di base con 842.207.586 persone denutrite nel mondo.    
MALATTIE infettive:10 milioni di morti ogni anno  secondo quanto indicato nel 2018 al Global Health conferenza internazionale (vedi AdnKronos 09/10/2018) 
MALATTIE prevenibili non trasmissibili (NCD) epidemia invisibile con 40 milioni di decessi annui. 
CATASTROFE AMBIENTALE E CLIMATICA: 9 persone su 10 respirano ogni giorno aria inquinata. Secondo l'OMS, l'inquinamento atmosferico combinato con i cambiamenti climatici sta uccidendo 7 milioni di persone ogni anno
ABUSI Anziani: 150 milioni di persone sopra 60 anni subiscono grave perdita di dignità e rispetto. (Vedi OMS 08/06/2018)  
MALTRATTAMENTI a minori: abusi fisici e/o emotivi hanno coinvolto il 25% della popolazione mondiale da bambino.  (Vedi OMS 30/09/2016)  20/03/2020 Unicef Abusi On Line e in famiglia in aumento.  
VIOLENZA sulle donne: OMS (29.11.2017) Il 35% delle donne in tutto il mondo ha subito violenze fisiche e/o sessuali durante la loro vita. 

Abbiamo imparato che in qualsiasi modo arrivi un nuovo virus se 'cattivo e mortale e ad alta trasmissione', sia esso naturale o sfuggito ad un laboratorio di massima sicurezza, poco ci cambia, visto che occorrono mesi o anni per sviluppare farmaci, cure o vaccini adeguati. 
Il Covid-19 è un virus nuovo e le cure sperimentali si stanno aggiornando continuamente a seguito di autopsie e farmaci in sperimentazione. È risaputo che la medicina si fonda sul Metodo Scientifico, che celebra di anno in anno i suoi trionfi sulle rovine di idee un tempo accettate, accantonate per far posto a idee nuove ritenute più vicine alla realtà. Purtroppo in Medicina, quando si tenta di trasferire gravi errori dalla scienza teorica alla scienza applicata coinvolgendo Medici, Ospedali e Comitati Scientifici che orientano Autorità, i risultati possono essere disastrosi. Alla data presente non esiste ancora nessuna cura e vaccino certo, per combattere il Covid-19.  Qui di seguito i link autorevoli con indicati farmaci sperimentali e ricerche Covid-19 AIFA    Covid-19 LANCET by NBST

COSA POSSIAMO FARE A LIVELLO INDIVIDUALE E FAMILIARE?

In questo articolo ricordiamo cosa possiamo fare a livello individuale e familiare per proteggerci adesso, mantenendo serenità da stress, in caso di un eventuale ritorno in forma estesa e aggressiva in autunno del Covid-19 o per essere più preparati alla prossima pandemia di cui già ha parlato il Direttore Generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, il 06.05.2020.  Vista la grande quantità di asintomatici al Covid-19 dobbiamo necessariamente concludere che per qualche motivo in alcune persone, rispetto ad altre, il Sistema Immunitario ha svolto più efficacemente il proprio ruolo, al punto che pur contratto il virus, moltissime persone hanno vinto la malattia e sviluppato gli anticorpi senza neppure accorgersene. 

IL RUOLO DEL MERAVIGLIOSO SISTEMA IMMUNITARIO

Dott Sherwin e Erwinjpg
Che ruolo svolge nella nostra prevenzione il Sistema Immunitario? Il dott. Stephen A. Sherwin disse“È un sistema incredibile. Riconosce le molecole che non sono mai state presenti in precedenza nell’organismo. Può distinguere fra ciò che gli appartiene e ciò che non gli appartiene”. E se non gli appartiene, è la guerra! (Il Dott. Sherwin ha ricoperto varie posizioni nella ricerca clinica presso la Genentech, di recente quella di vicepresidente, e prima del 1983 faceva parte dello staff del National Cancer Institute. Inoltre, il Dr. Sherwin ha precedentemente lavorato nel consiglio di amministrazione dell'Organizzazione per l'industria delle biotecnologie dal 2001 al 2014 e come presidente dal 2009 al 2011). 
L’immunologo William Erwin Paul, deceduto nel 2015, che ha scoperto l'interleuchina 4 disse: “Il sistema immunitario ha la fenomenale capacità di elaborare le informazioni, di imparare e di memorizzare, di creare, immagazzinare e usare le informazioni”.
Sistemaimmunitariojpg

Il meraviglioso e complesso  sistema immunitario, ha lo scopo straordinario di difendere l'organismo da invasori come batteri, funghi, parassiti e virus. Non possiamo vederli ma sono milioni che continuamente ci assediano. Possono contaminarci attraverso i rapporti sessuali, le vie respiratorie, il cibo, il tratto urogenitale o le lacerazioni cutanee. Ci assediano decisi a introdursi dentro di noi e una volta che ci sono arrivati crescono di numero in maniera inquietante. L’unico modo che abbiamo per neutralizzarli è quello di scatenare una guerra nel nostro organismo. Una guerra immediata e totale fra questi portatori di malattie e il nostro sistema immunitario coi suoi duemila miliardi di difensori. Il sistema immunitario combatte e rimuove anche quelle cellule con anomalie, danneggiate o infettate da virus, quelle tumorali o morte come i globuli rossi invecchiati. Nel suo insieme, il sistema immunitario rappresenta una complessa rete integrata costituita dai tre componenti essenziali che contribuiscono all'immunità: gli organi, le cellule, i mediatori chimici.
Tra i tessuti e gli organi del sistema immunitario: 
pelle. milza, tonsille, midollo osseo, timo, linfonodi;
tra le cellule i globuli bianchi (granulociti, monociti e linfociti);
tra le glicoproteine, gli anticorpi.

La prima difesa del sistema immunitario è rappresentata dalle barriere meccanico-chimiche, che hanno lo scopo di impedire la penetrazione degli agenti patogeni nell'organismo; ne citiamo alcune: quelle presenti nella pelle, nel sudore, nelle lacrime, nelle secrezioni nasali, nella saliva, nel sebo, nel muco, l'epitelio ciliato, il PH acido dello stomaco, la flora batterica intestinale e vaginale, la spermina, la temperatura corporea. La cute, dove vivono miliardi di batteri 'amici' è “elemento attivo del sistema immunitario” la prima linea di difesa munita di cellule che avvertono dell’invasione. Producono acidi grassi che inibiscono la crescita di batteri e funghi. Oltre alla cute, le membrane dei nostri organi interni secernono muco che imprigiona i microbi. Saliva, secrezioni nasali e lacrime contengono sostanze microbicide. Le vie respiratorie sono dotate di finissime ciglia che spingono il muco e le sostanze inalate nella gola, per essere eliminati starnutendo e tossendo. Se qualche invasore raggiunge lo stomaco, viene ucciso dagli acidi gastrici, decomposto dagli enzimi digestivi o intrappolato nel muco che riveste la parete interna dello stomaco e del canale intestinale. Infine gli invasori vengono eliminati insieme ad altri rifiuti organici.

Se le prime barriere difensive falliscono ed il patogeno penetra nell'organismo nel torrente sanguigno, nei tessuti o nei liquidi del corpo, hanno invaso il territorio dei duemila miliardi di globuli bianchi, generati un milione al secondo nel midollo osseo. A questo punto è una guerra all'ultimo sangue. Vengono attivati i missili terra aria del sistema immunitario che formano tre distinte divisioni: i fagociti e due tipi di linfociti, cioè le cellule T (“coadiuvanti” [helper], “inibenti” [suppressor] e “assassine” [killer]) e le cellule B. Per poter attaccare questi invasori, le cellule T e le cellule B devono avere dei recettori che possano legarsi con i loro particolari antigeni. Quindi, fra le cellule T e le cellule B devono esserci recettori specifici per gli antigeni di ogni diversa malattia; ma ciascuna singola cellula T e cellula B ha recettori specifici per un solo antigene. 

dott Daniel E Koshland jrjpg

Il dott. Daniel E. Koshland jr morto nel 2007, direttore della rivista Science, disse nel 1990: “Il sistema immunitario è fatto in modo da riconoscere gli invasori estranei. A tal fine genera varie specie di recettori immunologici, nell’ordine di 100 miliardi, per cui, indipendentemente dalla forma dell’invasore estraneo, ci sarà sempre qualche recettore complementare per riconoscerlo ed eliminarlo”.
La 
risposta immunitaria interna la dividiamo in due tipi:  1) La risposta immunitaria innata, presente dalla nascita: agisce rapidamente, salvo difetti di immunodepressione. Nel giro di alcune ore sferra un incredibile attacco contro qualsiasi agente esterno; 2) La risposta immunitaria acquisita: si attiva dopo alcuni giorni, dopo un primo incontro con uno specifico patogeno e conserva una certa memoria, variabile da individuo e agente infettante, per agire più rapidamente in seguito ad ulteriori esposizioni. Possiamo definirle le armi intelligenti, missili a ricerca automatica del nemico che usa il nostro sistema immunitario per colpire l'invasore in maniera mirata anche se si ripresenta dopo diverso tempo dal primo attacco. 

Nel caso del Covid-19 alla data attuale non ci sono validazioni scientifiche del tipo di immunizzazione che viene realizzata dagli infettati e quanto può durare questa immunizzazione attiva dopo il primo attacco. Quando il sistema immunitario rileva la presenza di un intruso dà il via a una serie di reazioni che chiamano in causa decine di proteine specializzate. Ogni componente della catena attiva il successivo, intensificando così il contrattacco in una guerra di cui spesso non ci rendiamo neppure conto. Milioni di persone contagiate dal Covid-19, hanno così potuto diffonderlo, rimanendo asintomatici, con il loro sistema immunitario che nel suo complesso ha funzionato così bene, che molti non si sono neanche accorti di essere stati infettati ed efficacemente difesi. 

PubMedpng

STRESS PSICOLOGICO  E INVECCHIAMENTO

Riportiamo le conclusioni di un lungo e interessante articolo pubblicato su PubMed il 25.02.2014 dal titolo: "Stress, invecchiamento e loro influenza sugli aspetti funzionali, cellulari e molecolari del sistema immunitario.... La risposta immunitaria è essenziale per mantenere un organismo sano e per difenderlo da diversi tipi di agenti patogeni...tuttavia, molti fattori interferiscono con il funzionamento della risposta immunitaria. Lo stress e l'invecchiamento ora appaiono costantemente in letteratura come fattori che agiscono sul sistema immunitario in modo spesso dannoso...L'attenzione speciale è rivolta allo stress psicologico e all'impatto che ha a diversi livelli, dall'intero sistema alle singole molecole, con conseguenti conseguenze per la salute fisica..."

ALIMENTAZIONE E CURA DEL BIOMA INTESTINALE

Ci sono migliaia di articoli scientifici su questo tema pubblicati. Vi citiamo solo uno dei tanti articoli su questo argomento pubblicato su PubMed il 04.05.2016 dal titolo:" Il microbiota e le caratteristiche di promozione della salute della bevanda fermentata Kefir" dove fra l'altro si legge: "Come con altri prodotti lattiero-caseari fermentati, il kefir è stato associato a una serie di benefici per la salute come il metabolismo del colesterolo e l'inibizione dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE), l'attività antimicrobica, la soppressione del tumore, l'aumento della velocità di guarigione delle ferite e la modulazione del sistema immunitario, tra cui l'alleviamento dell'allergia e dell'asma."
  
Harvardjpg

RAFFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO

Come possiamo agire per rafforzare il sistema Immunitario? Vi suggeriamo l'articolo pubblicato su Harvard Health Publishing aggiornato il 06.04.2020 dal tema:" Come rafforzare il Sistema Immunitario"  "....scegliere uno stile di vita sano.... è il singolo passo migliore che puoi fare per mantenere naturalmente il tuo sistema immunitario forte e sano....Non fumare, segui una dieta ricca di frutta e verdura, fai esercizio fisico regolarmente, mantieni un peso sano, se bevi alcolici, bevi solo con moderazione, dormi adeguatamente, almeno 7-8 ore per notte, adotta misure per evitare l'infezione come lavarsi spesso le mani e cuocere accuratamente le carni, cerca di ridurre al minimo lo stress, evita  l'uso smodato di antibiotici, mantieni sotto controllo la pressione arteriosa." 

Ministero della Salutepng

COVID-19, come seguire stili di vita corretti 

Ministero della Salute (08.05.2020). Per vivere bene e in buona salute occorre adottare alcune semplici ma sane abitudini: seguire una corretta alimentazione / praticare una regolare attività fisica / fare attenzione all’alcol / essere in salute consapevol-mente / niente fumo - Dal 27 aprile 2020 è stato necessario istituire dal Ministero della Salute  un numero verde di supporto psicologico 800.833.833. Oltre 2mila professionisti specializzati risponderanno al telefono, oppure on line, alle richieste di aiuto. Il servizio sarà sicuro e gratuito. Tutti i giorni, dalle ore 8 alle 24, professionisti specializzati, psicologi, psicoterapeuti e psicoanalisti, risponderanno al telefono alle richieste di aiuto per affrontare ansia, confusione, stress, solitudine, nervosismo, paura.  L’obiettivo è fornire consultazioni esperte attraverso un ascolto empatico del dolore e dell’angoscia connessa all’emergenza, favorendo così l’attivazione di un processo di elaborazione dell’evento traumatico. 

ISS EPICENTROpng

Inquinamento atmosferico e diffusione del virus SARS-CoV-2

Istituto Superiore di Sanità (04.05.2020) "Le ipotesi che suggeriscono correlazioni tra le aree a maggior inquinamento atmosferico e la diffusione del virus responsabile della COVID-19 hanno sollecitato la richiesta di pareri all’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e stimolato molti gruppi di studiosi a collaborare per esaminare il problema e le possibili associazioni. Tuttavia, l’incertezza che ancora riguarda molti aspetti di questa epidemia richiede quindi una certa cautela e un approfondimento delle eventuali relazioni causa-effetto.....Vivere in aree urbane dove l’inquinamento atmosferico è elevato incide sullo stato di salute generale della popolazione, come dimostrano gli studi di numerosi gruppi di ricercatori scientifici nazionali e internazionali. La popolazione di queste aree presenta alcuni profili di salute particolari, come registra anche il sistema di sorveglianza PASSI dell’ISS. Dai dati PASSI, emerge che nella popolazione adulta che vive nelle città metropolitane è maggiore la prevalenza di persone con sintomi depressivi, con diagnosi di malattia cronica respiratoria (bronchite cronica, enfisema, insufficienza respiratoria o asma bronchiale), diabete e tumore. Questi eccessi risultano statisticamente significativi anche tenendo conto delle differenze nella struttura per età, genere e caratteristiche sociali di chi vive nelle metropoli, rispetto a chi vive in altre aree urbane o rurali del Paese. Gli stili di vita hanno sicuramente un peso nel determinare questo quadro e fra i residenti nelle città metropolitane si osserva una maggiore quota di sedentari e fumatori."....

Rimangono alcune domande. Il complesso sistema Immunitario ha reagito peggio nelle persone colpite da Covid-19 nelle zone ad alta densità di Stress e Inquinamento? Oltre all'età avanzata nelle persone anziane in case di riposo, ha influito una ulteriore depressione del sistema immunitario per la solitudine precedente o conseguente del distanziamento sociale? Com'erano i loro stili di vita? Ci auguriamo che quanto prima sia fatto uno studio epidemiologico a livello mondiale per determinare dall'esame delle cartelle cliniche, a parità dell'età delle persone, le differenze tra coloro che sono stati colpiti da Covid-19, diffondendolo senza neppure accorgersi di averlo contratto, rimanendo asintomatici, e coloro invece che hanno subito pesantissime conseguenze anche fino alla morte.
Sciencepng
Science 17.04.2020 ci aiuta a comprendere la furia con cui il virus ha colpito le oltre 277.000 persone decedute alla data attuale. L’infezione le ha colpite come un tornado nell’intero organismo, dalla testa alla punta dei piedi coinvolgendo tutti gli organi principali inclusi vasi sanguigni, reni, intestino, occhi, cuore e cervello. Entrando nella gola e nel naso, è riuscito a ‘manomette una cellula’ facendo miriadi di copie di se stesso per invadere altre cellule. Iniziando ad avere febbre, tosse secca, mal di gola, perdita di gusto e olfatto, dolori al corpo e alla testa. I loro  il sistema immunitario non è riuscito  respingere l'attacco in questa fase iniziale. Perché? Il Virus ha così potuto attaccare i polmoni causando una sindrome da stress respiratorio acuto. I livelli di ossigeno nel sangue hanno cominciato a  crollare, respirare diventava sempre più difficile, portando spesso alla morte. È stata l'eccessiva reazione del sistema immunitario, chiamata ‘tempesta di citochine‘, una risposta immunitaria sana, ma che in questo caso impazzisce con un attacco esagerato e oltre il necessario? Perché? Spesso è stato osservato che i vasi sanguigni hanno iniziato ad avere perdite, la pressione calava, si formano dei coaguli e si poteva avere un collasso dell’organo.
Che ruolo ha avuto il modo di vivere e il Sistema Immunitario  nella differenza fra le persone colpite rimanendo asintomatiche e quelle ammalate in forma gravissima? Fumavano? Seguivano una dieta ricca di frutta e verdura? Facevano esercizio fisico regolarmente? Mantenevano un peso sano? Bevevano alcolici solo con moderazione? Dormivano adeguatamente, almeno 7-8 ore per notte? Adottavano misure per evitare l'infezione come lavarsi spesso le mani e cuocere accuratamente le carni? Cercavano di ridurre al minimo lo stress? Evitavano l'uso smodato di antibiotici? Mantenevano sotto controllo la pressione arteriosa? Durante alcuni studi epidemiologici in corso in Toscana ARS Agenzia Regionale Sanità pubblicata il 05.05.2020, sono emerse le categorie di pazienti cronici che sono maggiormente esposti al contagio da coronavirus: Da una parte, si conferma quanto già pubblicato in letteratura sul rischio aggiuntivo causato dalle più comuni malattie con particolare riguardo all’insufficienza cardiaca, all’ipertensione, alla BPCO, al diabete ed ai tumori, dall’altra si mettono in luce rischi più elevati di ammalarsi, ad oggi meno noti, anche per chi soffre di disturbi psicotici, demenza e malattie reumaticheArs: “Un chiaro segnale su chi dobbiamo proteggere” L’Agenzia regionale di Sanità,  ha evidenziato che i risultati di questa rilevazione sono “un chiaro segnale di quali siano le popolazioni che dobbiamo proteggere dalla circolazione del virus”. Di qui l’appello a chi soffre di pressione alta, ai diabetici, i cardiopatici in certe condizioni di patologia acuta, chi ha alterazioni dei grassi nel sangue, a prestare maggior attenzione in materia di prevenzione.
   
Fra le tante Associazioni impegnate per dare sollievo e informazioni appropriate abbiamo apprezzato gli editori www.jw.org  del numero speciale di  Svegliatevi! n.1 2020 con 16 pagine dedicate interamente allo Stress. Questo Ente Morale Religioso, riconosciuto a livello mondiale, ha agito  tramite le oltre 130.000 comunità nel mondo coordinate da una fitta rete di pastori spirituali che assieme ad oltre 8 milioni di persone associate hanno incoraggiato decine di milioni di persone ad applicare i consigli e i principi saggi contenuti nel numero aiutandole a ritrovare equilibrio emotivo, conforto con la Speranza nel futuro grazie ad una fede attiva. L'articolo sopra citato è un approfondimento scientifico, con linguaggio accessibile a tutte le persone che unisce Fede, Spiritualità e ricerche mediche molto attuali con consigli pratici su come affrontare lo Stress per gestirlo nelle situazioni più difficili. È notevole il fatto di come l'intera rivista riesce ad unire la Sapienza millenaria dell'antico libro di saggezza della Sacra Bibbia applicato in chiave moderna a consigli medici attuali. Leggiamo “L’esercizio fisico è utile” (1 Timoteo 4:8). "Il cuore calmo è vita per il Corpo" scritto in Proverbi 14:30, circa tremila anni fa"... solo per citare alcuni brani della rivista che vi incoraggiamo a leggere.
Anche il Ministero della Salute ha pubblicato una infografica in 2 pagine tratta dall'Oms su: "Far Fronte allo Stress durante l'epidemia di Covid-19"

Tedros Adhanom Ghebreyesus, il 06.05.2020 (direttore generale dell'Oms Organizzazione Mondiale della Sanità) ci ha ricordato che: "l'emergenza coronavirus "passerà, ma mentre lavoriamo per rispondere a questa pandemia dobbiamo lavorare di più per prepararci alla prossima".

Questa frase conferma tristemente le parole di Gesù, scritte dall'evangelista Luca (21:10), ricordando che promise di risolvere Lui stesso i problemi di questo pianeta, ma profetizzò che prima ci sarebbe stato l'arrivo di un tempo in cui ci sarebbero state, fra le altre cose, 'Epidemie in un luogo dopo l'altro'.
Sorge la domanda: il meraviglioso e complesso Sistema Immunitario è un prodotto dell'Evoluzione casuale? O è frutto di un progetto?
Molti scienziati Atei sono rimasti scossi dopo lo studio approfondito del Sistema Immunitario, costretti a rimanere estasiati quando ne hanno approfondito e scoperto sempre nuove meravigliose e incredibili funzioni. 
Anche coloro che credono solo a ciò che vedono, increduli per natura, senza fede in un Dio che non vedono, sono stati costretti a rifugiarsi loro malgrado in casa, costretti da un 'Virus' che non vedono. 
Prepariamoci alla prossima Pandemia. Rafforziamo il nostro Meraviglioso Sistema Immunitario eliminando Stress, inadeguato riposo, alimentazione inappropriata, sedentarietà. Rafforziamo le difes
e immunitarie e l'equilibrio emotivo con stili di vita appropriati, Speranza, Fede e Spiritualità.
© Copyright by Egm.it NO Profit Italy - Arezzo - Via po 45 Tel. +39 0575 1784516 Email: onlus@egm.it cod. fisc. 92058210516 - Direttore Responsabile Silvano Mencattini - WebDesigner © by Lucas Menicucci